Cosa ci ricorda il 2 Giugno? Ci ricorda, ancora oggi, che la bellezza della libertà richiede impegno, responsabilità e ci insegna quanto sia importante il coinvolgimento dei cittadini nella politica.Donne e uomini furono chiamati il 2 giugno 1946 alle urne non solo a scegliere tra Monarchia e Repubblica ma, soprattutto, a cancellare un periodo buio per il nostro Paese.Fu la prima volta al voto per le donne, un diritto che conquistarono dopo anni di battaglie. E sono convinto che, se non ci fossero state loro, probabilmente, questo cambiamento non ci sarebbe stato.Oggi il nostro obiettivo deve essere continuare su questo percorso democratico e, con un Paese in uscita da una pandemia che non ha fatto altro che aumentare le divisioni sociali, ricordare l’art.3 della nostra Costituzione che recita “E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”. Buona Festa della Repubblica a tutte e tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *